29/06/2006 - "MIGRANTI II " da va' pensiero a vola colomba NOVI di (MO)Giovedì 29 Giugno
 
   
  Coro delle Mondine di Novi
con il patrocinio del Comune di Novi di Modena
Giovedì 29 Giugno 2006 ore 21
AIA DELLA CORTE via A. Gramsci,11

MIGRANTI II da va' pensiero a vola colomba
recital di
IVANA MONTI
CORO DELLE MONDINE di NOVI
diretto dalla M.Giulia Contri

SOCIETA' FILARMONICA NOVESE
diretta dai M° Roberto Nasi - Enrico Diacci

aiuto regia Tommaso Barbato
organizzazione rosa cantarelli
In caso di maltempo presso sala civica "E. Ferraresi" p.zza 1° Maggio Novi
La drammatica attualità dei continui flussi migratori verso l’Italia dai Paesi in via di sviluppo risveglia, nella nostra memoria di migranti, il desiderio di ripercorrere itinerari e significati della nostra antica migrazione.
Vediamo così che a pochi anni dalla tanto attesa Unità d’Italia (1861), le insostenibili condizioni di miseria, di nuove pressioni fiscali (tassa sul macinato), di dura repressione delle lotte sociali, svuotavano interi paesi e spingevano famiglie del nord e del sud a varcare l’oceano in cerca di lavoro e di fortuna nella mitica “MERICA”.
Una migrazione interna muoveva invece dalle campagne alle fabbriche delle città e dava slancio allo sviluppo industriale del primo ‘900 mentre, con gli spostamenti dei mestieri, braccianti, mondine, spazzacamini passavano da un paese all’altro cantando quelle maliziose canzoni d’amore, di lavoro, di protesta entrate ormai nel repertorio del nostro canto popolare.
Tutto il ‘900 vede ancora italiani migrare: dall’Istria all’inospitale “Continente” nel secondo dopoguerra (1947), dal “Continente” ad altri paesi europei, Germania, Svizzera, Belgio (Marcinelle,1956)... e di nuovo in America e di nuovo dalle campagne alle città e dal sud verso il triangolo industriale Milano-Torino-Genova… e di nuovo da Lecce a Schaffausen con il rap del Sud Sound System: “Ehi, dove vai? Su quel treno non sei stato mai, mai, mai!”
E’ uno spaccato della nostra storia che non dobbiamo dimenticare!

Ivana Monti