27/05/2006 - CONCORDIA sul SECCHIA (MO) ore 21 Teatro del POPOLO
 
   
  COMUNE DI CONCORDIA sul SECCHIA (MO)
TEATRO del POPOLO via della PACE ,108 ore 21
SEBBEN CHE SIAMO DONNE...e CONCORDIESI
RECITAL di IVANA MONTI
con la partecipazione della filarmonica "G. DIAZZI"
diretta dal M° Marco Bergamaschi
org. Rosa Cantarelli

LE DONNE, I CAVALLIER, L’ARME … A CONCORDIA

Il 2 giugno 1946 le donne italiane esercitavano per la prima volta il loro diritto di voto e finalmente realizzavano quella “eguaglianza” politica e democratica che oggi, a 60 anni, vogliamo celebrare tutti insieme… CONCORDIALMENTE!
Come? Dedicando alle donne di Concordia alte pagine di letteratura a protagonista femminile (Euripide, Medea – Dante, Paolo e Francesca – Pico della Mirandola, La dignità dell’uomo – Ariosto, Orlando furioso – Manzoni, Ermengarda e La Monaca di Monza – Goldoni, la Marcolina del Sior Todero brontolon – Pascoli, La grande proletaria…) alternate alle più antiche pagine di storia della loro città e a quelle più recenti su Resistenza e Liberazione (1943-1945) che esse stesse hanno così coraggiosamente contribuito a scrivere.
Ci fa da guida lo straordinario documento di Mons. Antonio Bellini “Concordia sulla Secchia dalle origini all’unità d’Italia”. Lo storico, narrando le travagliate vicende di questo importante feudo imperiale corroso da odii fraterni, ambìto da imperatori, papi, re e duchi, attraversato da gran capitani di eserciti francesi, spagnoli, lanzichenecchi, napoleonici e poi austriaci e risorgimentali, fino al plebiscito di annessione al Piemonte (1860), dimostra che la storia di Concordia è la storia d’Italia.
L’ultima parte della Storia la raccontano le sue donne, preziose staffette partigiane che sul campo si sono conquistate l’attuazione di un diritto e una democrazia compiuta.

I significativi interventi musicali sono eseguiti dalla Filarmonica “Giustino Diazzi” diretta dal M° Marco Bergamaschi.

Ivana Monti