01/06/2006 - MUSEO CERVI Gattatico (RE) ore 15,30 Sebben che siamo donne...
 
   
  GIOVEDI' 1° GIUGNO 2006 ore 15,30
MUSEO CERVI di GATTATICO (RE)

SEBBEN CHE SIAMO DONNE...
Recital di IVANA MONTI
con la partecipazione del CORO DELLE MONDINE di NOVI
diretto dalla M° Giulia Contri
org.Rosa Cantarelli

1848 -1948 dai moti del Risorgimento alla Costituente: un secolo di storia al femminile con canto popolare.

Lo spettacolo, ideato e interpretato da Ivana Monti con il coro delle Mondine di Novi dirette da Giulia Contri, vuole celebrare i 60 anni di voto delle donne italiane (2 giugno 1946) ricordando il lungo percorso della loro costante, incisiva presenza in pagine significative della nostra storia.
Sostenitrici dell’unità nazionale, le troviamo in gran numero “crocerossine“ ante litteram nella rivoluzionaria Repubblica Romana di Mazzini e Garibaldi (1849) quindi, nel Regno d’Italia di fine ‘800, ispiratrici di politiche per l’uguaglianza sociale e, nel lavoro dei campi e delle fabbriche, partecipi di pericolose bonifiche e artefici del primo, faticoso sviluppo industriale.
Il ‘900 vede le donne dirigenti sindacali, organizzatrici di proteste salariali, di manifestazioni per la pace e per il suffragio, educatrici, contestatrici della avvenuta dittatura fascista e infine, nella 2ª guerra mondiale, coraggiose staffette partigiane della Resistenza e della Liberazione (1945).
Finalmente con il suffragio universale del ’46, in cui si vota insieme per il referendum monarchia- repubblica e per eleggere i componenti della Costituente, 21 donne italiane entrano per la prima volta in Parlamento ove, nella Commissione dei 75 e nell’Assemblea Costituente, accanto
agli altri 556 deputati elaborano e discutono la Costituzione che, entrata in vigore il 1° gennaio 1948 è oggi, con un tocco di anima femminile, fondamento democratico della Repubblica Italiana.

Ivana Monti